Allarmante lo stato della famiglia in Italia

Sempre di meno i matrimoni e le nascite. Tanta violenza nei confronti delle donne. E diminuiscono gli Italiani nonostante l’aumento della popolazione

 

 

Diminuiscono i matrimoni, nella Penisola, aumentano le violenze sulle donne e le sterilizzazioni, per non avere figli, volute da trentenni di ambo i sessi, iscritti nei gruppi “Child free”, cioè “liberi da figli”. Se lo chiedi loro apertamente, i Child free ti rispondono che no, non li odiano i bambini. Sta di fatto che dal 2008 i nostri connazionali sono 96.976 in meno.

In effetti, molti di loro preferiscono non avere figli e, quindi, fanno ricorso alla vasectomia. Decisione presa, secondo l’Istat, anche da milioni di nostre connazionali, alle quali si aggiungono quelle che si astengono da rapporti sessuali quando c’è il rischio di restare incinte. Ammessa dalla legge nazionale e considerata una “libera scelta”, l’operazione non dovrebbe essere fatta prima dei 30 anni in quanto è possibile cambiare opinione in merito. Motivo per cui i ginecologi invitano a parlarne con uno psicologo.

Dialogo che serve poco per diversi motivi, tra i quali i pochi matrimoni effettuati, specialmente al Nord della Penisola e, soprattutto, per i tanti casi di violenze, compiute sulle donne, dal marito o dal “compagno”, alle quali, spesso, segue l’uccisione. Certo, negli ultimi anni sono aumentate le condanne, benché siano state scarse le denunce, ma gli abusi e i femminicidi continuano, a giudicare dall’aumento del 37,1% registrato in 6 anni.

 

 

Ad aggravare la situazione, in Italia e non solo, concorrono, spesso, gli immigrati che stuprano, magari anche picchiandole, giovani ed anziane. Pare che abbiano una tendenza alla violenza sessuale e fisica 10 volte superiore a quella degli Italiani. Tante sono, infatti, le cronache in merito pubblicate recentemente. Tra queste, quella dell’infermiera che un operaio romeno, con una spinta, ha fatto cadere, procurandole una grave ferita. L’aggressore, prima scappato, è stato poi rintracciato ed arrestato dalla Mobile. Altrettanto grave lo stupro della ragazza di 24 anni, violentata, il 13 agosto scorso, in una tenda al mare da un 28enne dello Stato africano del Ghana.

Naturalmente, volendo aprire una parentesi, quelli sopra sono fatti gravi ma scandalizzano ancor di più gli abusi sessuali di sacerdoti su minorenni perché, come ha detto Papa Francesco Pier Giuseppe Accornerodurante il viaggio dei giorni scorsi in Irlanda, sono un “crimine ripugnante e causa di sofferenza e di vergogna”, definendo “la pedofilia un flagello da eliminare a ogni costo”.

Ma purtroppo soprusi e brutalità sessuali avvengono più frequenti tra coniugi che dovrebbero amarsi e scambiarsi atti di tenerezza, non aggressività ed insulti. Attuare, cioè, quei sentimenti che rendono accettabili le difficoltà e le inevitabili preoccupazioni familiari. Affetti, a volte, annullate da gelosie, nervosismi momentanei e caratteri ostili che spingono ad insultare ed a picchiare la consorte. Persino, spesso, ad ucciderla.

Brutalità che quest’anno hanno fatto porre sotto tutela 18 donne che potevano essere ammazzate, essendo già 44 le mogli assassinate nei primi 6 mesi di quest’anno, come messo in evidenza dal Centro antiviolenza. Secondo il quale sono finalmente aumentate le decisioni di sporgere querela al marito o compagno, se picchia, insulta o minaccia di morte la moglie. Magari in presenza dei figli. Modi di agire “bestiali”, visto che molte razze di animali uccidono, per difendersi e/o nutrirsi. Ma gli animali non uccidono i loro familiari.

Come rilevato da Vittorio Sgarbi in un articolo pubblicato al ritorno dal Parco Kruger, in Sudafrica, dove ha notato “le differenze tra gli uomini e gli animali. Scimmie, maestosi rinoceronti, famiglie di elefanti, zebre, leoni, uno stuolo di leonesse, leopardi, ippopotami, coccodrilli… Particolare tenerezza fanno gli elefanti, stretti in gruppi familiari, in un'antica e perenne consuetudine di protezione. Gli uomini… sono buoni e cattivi come gli animali. Amano e uccidono. Gli uomini inoltre manifestano una inclinazione all’infedeltà, pervertendo l'ordine delle cose… sul piano sessuale”. E questo spinge a picchiare ed ammazzare.

Egidio Todeschinni

 

13.9.2018